Sponsor
Speciali Olbia

Discoteche e locali

discoteche-locali.jpgTutti i locali e le discoteche più in, all'insegna del divertimento e della buona cucina Clicca qui

Surf e K-Surf

surf-eksurf.jpg

In Sardegna i Surfer riescono a ritrovare il loro ambiente naturale ideale per questo Sport Clicca qui

Barche in Costa

In Costa Smeralda, la nautica ha la sua massima espressione... Continua...

La Vela in Sardegna

La vela in Sardegna, una grande passione legata da sempre a quest’Isola meravigliosa, .... Clicca qui

Gastronomia

Il fascino della Sardegna sta anche nella sua cucina, fatta di tradizioni, di prodotti semplici e genuini Clicca qui

La Sartiglia

Da Oristano una delle feste più caratteristiche della Sardegna. Clicca qui.

Sagre e feste

Tutte le Feste e le sagre paesane tipiche della tradizione sarda clicca qui.

Archeologia

Tutte le bellezze archeologiche di Olbia e la Gallura, gli itinerari. Clicca qui

Olbia News

Queste news sono disponibili nel formato standard RSS per la pubblicazione nel tuo sito.
http://www.olbiaweb.it/data/newsit.xml


Olbia-La Rolex Swan Cup si conclude con un’altra giornata di grande vela - da Web Italia - Olbia 07/04/2023 @ 15:17

Vincono la Rolex Swan Cup nelle rispettive categorie: Freya, Flow, Mascalzone Latino XXXIII, Crilia, Balthasar, G Spot, Nadir, Blue Sky

Porto Cervo, 18 settembre 2022. La 21^ edizione della Rolex Swan Cup si è conclusa oggi con un’altra giornata di grande vela, nella miglior tradizione del campo di regata di Porto Cervo, con vento da sudest che dagli iniziali 10 nodi è andato a salire, raggiungendo i circa 20 nodi nel canale di La Maddalena, affrontato di bolina dalle barche della Division 1 che hanno regatato sui percorsi costieri, mentre gli One Design della Division 2 hanno svolto due prove a bastone con vento tra i 10 e i 12 nodi.

I percorsi prescelti dal Comitato di regata per gli Swan della Division 1 prevedevano, dopo un lato di disimpegno, il periplo in senso antiorario dell’Arcipelago di La Maddalena, per fare poi rientro al traguardo di Porto Cervo attraverso il Passo delle Bisce per un totale di circa 28 miglia. Per i soli Maxi Swan il rientro prevedeva, dopo il passaggio alla Secca di Tre Monti, la risalita all’isola dei Monaci doppiata la quale far rientro a Porto Cervo, per circa 34 miglia complessive.

Particolarmente agguerrita la classe Maxi, dove primo e secondo hanno concluso la Rolex Swan Cup a pari punti. La vittoria odierna, per soli 13 secondi sul nuovissimo ClubSwan 80 My Song, ha permesso allo Swan 90 Freya, che si avvale alla tattica di Mike Toppa due volte vincitore dell’America’s Cup, di imporsi in classifica generale davanti allo Swan 80 Plis-Play che ha dominato la prima parte della settimana. Entrambe le barche hanno collezionato due primi e due terzi posti, il regolamento in questi casi prevede che il vantaggio vada al concorrente con il miglior piazzamento nell’ultima prova. Il podio della classe Maxi vede dunque Freya di Donald Macpherson vincitrice su Plis-Play di Vincente Garcia Torres e My Song di Pier Luigi Loro Piana.

Donald Macpherson ha riassunto la vittoria con le seguenti parole: “Non c'è niente di meglio che vincere qui alla Rolex Swan Cup di Porto Cervo, sono assolutamente entusiasta. Nelle prime regate abbiamo avuto vento più leggero, poi abbiamo vinto nella giornata di vento forte. La prima parte della costiera di oggi era con vento leggero e Plis-Play davanti a noi, ma poi è cresciuto e abbiamo iniziato a guadagnare su di loro, alla fine li abbiamo superati e abbiamo vinto. L'equipaggio è un mix di professionisti, amici e familiari, è un bel lavoro di squadra e sono fiero di questo grande equipaggio”.

Tra i Mini Maxi, lo Swan 601 Flow di Stephen Cucchiaro stravince con un poker di quattro primi su quattro prove disputate. Seguono con cinque punti di distacco lo Swan 601 Arobas di Gerard Logel e con sette punti lo Swan 601 Les Amis di Valter Pizzoli.

Vertice di classifica corto per gli Swan classici Sparkman & Stephens, dove la vittoria odierna dallo Swan 38 Mascalzone Latino XXXIII permette a Vincenzo Onorato di imporsi per un punto sullo Swan 65 Shirlaf di Giuseppe Puttini, oggi secondo. Terzo posto, ma con otto punti di distacco dal secondo, per la barca più piccola della flotta, lo Swan 36 Josian di Eugenio Alphandery.

Nella classe Swan Grand Prix c’è un dominatore assoluto, lo Swan 53 Crilia di Gerd Heinz e Christoph Stein, padre e figlio, che vince la Rolex Swan Cup con tre primi e un terzo posto parziali.

In classifica generale seguono, rispettivamente con 10 e 13 punti di distacco, lo Swan 58 OM II di Hamid Shahid e lo Swan 54 Katima di Jan Oplander. La classifica di giornata vede al primo posto Crilia seguita da Katima e Clem primero.

Molti grandi nomi della vela regatano a bordo dei ClubSwan 50, rendendo questa classe particolarmente competitiva. L’ottimo risultato odierno (1-2) ottenuto da Giuliana di Alberto Franchi, con Vasco Vascotto alla tattica, non le è bastato per salire sul podio finale, formato nell’ordine da Balthasar di Louis Balcaen con il neozelandese Hamish Pepper alla tattica, Stella Maris di August Schram con il brasiliano Robert Scheidt (vincitore di 5 medaglie olimpiche) alla tattica e Hatari di Marcus Brennecke che si avvale del connazionale tedesco Markus Wieser per le chiamate tattiche. Hamish Pepper: “È stata una settimana fantastica, abbiamo affrontato l’ultima prova con un comodo vantaggio e anche se non è andato tutto secondo i piani, un conservativo 12mo posto è stato sufficiente considerando il resto della settimana, con posizioni mai oltre il settimo. Siamo felici per la vittoria e per aver navigato bene”.

Altrettanto agonismo tra i ClubSwan 36 dove c’è stata grande battaglia, in particolare tra i primi tre classificati, nell’ordine G Spot di Giangiacomo Serena di Lapigio, Farstar di Lorenzo Mondo e Mamao di Haakon Lorentzen, oggi autore della miglior prestazione con un terzo e un primo posto. “Con Farstar è stato un continuo testa a testa – ha spiegato il tattico di G Spot Michele Paoletti - qui come nel corso di tutta la stagione ci siamo alternati al vertice della classifica provvisoria. Stamattina siamo scesi in acqua a pari punti, abbiamo vinto la prima prova e loro sono stati bravi a recuperare fino al secondo posto, abbiamo quindi iniziato l’ultima prova con un punto di vantaggio, bisognava tenerli dietro è stato un vero match race, abbiamo lottato tra noi due e infatti abbiamo chiuso rispettivamente sesti e ottavi lasciando andare il resto della flotta, ma questo ci è valso la vittoria alla Rolex Swan Cup”.

Il ClubSwan 42 Nadir di Pedro Vaquer Comas, oggi vincitore di giornata, si è imposto anche in classifica generale davanti a Selene Alifax di Massimo De Campo e Dralion di Pit Finis. Tra gli Swan 45 è Blue Sky di Claudio Terrieri a imporsi su Ulika ed Ex Officio.

Molto affollata la premiazione cui hanno preso parte la Principessa Zahra Aga Khan, Presidente del Consiglio direttivo dello YCCS, Stephan Muller, Direttore generale di Rolex Italia, Leonardo Ferragamo, Presidente di Nautor Swan, il Presidente della Federvela Francesco Ettorre oltre al Commodoro e al Segretario generale dello YCCS, Michael Illbruck ed Edoardo Recchi.

Michael Illbruck, Commodoro dello YCCS: “Con la Rolex Swan Cup si concludono due settimane di grande vela a Porto Cervo, con imbarcazioni meravigliose, la settimana scorsa i Maxi e adesso gli Swan. Qui abbiamo una flotta che rappresenta l’intera storia di Nautor, dal primo modello di fine anni ’60, il 36 piedi Josian, al varo più recente, il ClubSwan 80 My Song. Abbiamo visto gli One Design confrontarsi in regate a bastone tiratissime, non è stato da meno anche il resto della flotta Swan, impegnato nelle regate costiere, che qui risultano davvero molto tecniche. Lo spirito competitivo ma sempre amichevole che caratterizza il mondo Nautor Swan è un valore condiviso con lo YCCS fin dalla prima edizione della Swan Cup, nel 1980. Ringrazio Rolex, gli armatori con i loro equipaggi, la Giuria internazionale, il Comitato di regata e tutto lo staff dello YCCS che ha reso possibile questo come tutti gli altri eventi che organizziamo, sempre con l’intento di continuare a migliorarci”.

La Rolex Swan Cup è una regata con cadenza biennale organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il cantiere Nautor Swan e con il supporto del title sponsor Rolex, la 22^ edizione è prevista in calendario a settembre 2024.

Il prossimo appuntamento agonistico, che concluderà la stagione di regate dello YCCS, sarà il Vela & Golf in programma dal 22 al 24 settembre.

Olbia-Rolex Swan Cup, condizioni ottimali oggi a Porto Cervo - da Web Italia - Olbia 07/04/2023 @ 15:17

Vincitori della quarta giornata sono: Freya, Flow, Shirlaf, Crilia, Balthasar, Farstar, Pez de Abril, Blue Sky.

Porto Cervo, 16 settembre 2022. La scelta del Comitato di regata di anticipare alle 10 del mattino di oggi la partenza per entrambe le Divisioni ha permesso di sfruttare al meglio il vento di Maestrale che ha soffiato tra i 18 e i 22 nodi prima che la sua intensità salisse rendendo troppo severe le condizioni. La Divisione 1 ha regatato su percorsi costieri differenziati a seconda delle classi, mentre la Divisione 2 è stata impegnata in due prove a bastone.

La Rolex Swan Cup è una regata con cadenza biennale organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il cantiere Nautor Swan e con il supporto del title sponsor Rolex, giunta alla 21^ edizione si concluderà domenica 18 settembre.

A due giorni dalla conclusione iniziano a delinearsi le classifiche, che nella maggior parte delle classi sono molto ravvicinate a dimostrazione dell’alto livello agonistico che accomuna tutti i concorrenti. Per la Division 1 il Comitato di regata ha individuato tre differenti percorsi tra le isole dell’Arcipelago di La Maddalena: i Maxi Swan hanno circumnavigato in senso orario le isole di Spargi, La Maddalena, Caprera e Monaci fino alla Secca di Tre Monti e da qui far rientro a Porto Cervo attraverso il Passo delle Bisce per un totale di circa 36 miglia. Percorso analogo, ma accorciato a 32 miglia, per i Mini Maxi Swan che rispetto alla classe maggiore hanno lasciato Spargi a sinistra. Per gli Swan classici S&S e per i Grand Prix il percorso di circa 28 miglia prevedeva di attraversare il Passo delle Bisce, lasciare a destra la Secca di Tre Monti, risalire verso l’Isola dei Monaci e da qui scendere in andatura portante per doppiare l’isola di Soffi, davanti a Cala di Volpe, e risalire fino al traguardo di Porto Cervo.

Lo Swan 90 Freya ha vinto nella classe Maxi, con ottime scelte tattiche e manovre perfettamente eseguite, cosa certamente non scontata con circa 20 nodi di vento e un gennaker di circa 600 mq. Secondo posto per My Song del socio YCCS Pier Luigi Loro Piana e terzo posto per Plis-Play che mantiene però la testa della classifica generale con due punti su Freya e cinque su My Song.

Tra i Mini Maxi, lo Swan 601 Flow di Stephen Cucchiaro continua la sequenza di primi posti, consolidando così la sua leadership in classifica generale davanti ad Arobas di Gerard Logel e Les Amis di Valter Pizzoli.

Lo Swan 65 ketch Shirlaf di Giuseppe Puttini si è imposto tra gli Swan Classici S&S davanti al 65 sloop Libelula e allo Swan 38 Mascalzone Latino XXXIII. In classifica generale Shirlaf è al comando a pari punti con Mascalzone Latino XXXIII, terzo posto per lo Swan 36 Josian, oggi nono.

L’armatore di Shirlaf, Giuseppe Puttini, ha dichiarato: “Nei giorni scorsi le barche più piccole della flotta erano maggiormente favorite dalla prevalenza di andature di poppa, oggi finalmente è stato il nostro turno per vincere, siamo al comando a pari punti con Mascalzone Latino e aspettiamo fiduciosi i prossimi due giorni di regata. Il percorso di regata odierno era perfetto, 30 miglia con il vento della giusta intensità, una giornata splendida!”

Nella numerosa classe Grand Prix, con 22 yacht, lo Swan 53 Crilia torna alla vittoria di giornata davanti allo Swan 58 OM II e allo Swan 54 Katima. In classifica generale Crilia è al comando con due punti di vantaggio su OM II. Decisamente più staccato il terzo, lo Swan 58 Tycoon.

Con vento fresco tra i 18 e i 22 nodi si è visto grande spettacolo nelle regate a bastone, con le flotte compatte ai giri di boa e planate adrenaliniche a 20 nodi per i ClubSwan 50 e ClubSwan 36. Nella classe maggiore, ClubSwan 50, le due vittorie di giornata sono andate rispettivamente a Earlybird di Hendrik Brandis, con Will Ryan alla tattica, e Cuordileone del socio YCCS Leonardo Ferragamo con Manu Weiller come tattico. Il miglior punteggio di giornata è stato però quello di Balthasar di Louis Balcaen (4-2) con Hamish Pepper alla tattica, che consolida la sua posizione al comando della classifica generale davanti ad Hatari e Stella Maris, rispettivamente con Marcus Wieser e con Robert Scheidt alla tattica.

Tra i ClubSwan 36 grande battaglia tra Farstar di Lorenzo Mondo il quale, con un secondo e un primo posto di giornata si è portata al vertice della classifica a pari punti con G Spot (oggi 5-3).

Terza posizione con distacco per il team brasiliano Mamao di Haakon Lorentzen che dopo la vittoria nella prima prova di giornata ha sofferto un ritiro nella seconda.

Lorenzo Mondo, armatore del ClubSwan 36 Farstar: “Nonostante le condizioni impegnative, con circa 20 nodi di vento, siamo andati bene. Dopo la giornata non molto positiva di mercoledì, oggi siamo scesi in acqua determinati a dare un segnale ai nostri avversari e ce l’abbiamo fatta. La nostra classe è molto competitiva, in questo momento ci troviamo a pari punti con G-Spot ma considerato l’elevato livello, il nostro avversario diretto potrebbe essere qualsiasi altro ClubSwan 36 della flotta partecipante”.

Il miglior ClubSwan 42 della quarta giornata è stato lo spagnolo Pez de Abril di Jose Maria Meseguer (1-3) terzo in classifica generale nella quale si trova al comando Nadir di Pedro Vaquer Comas con un solo punto di vantaggio sul secondo Selene Alifax. Tra gli Swan 45 continua ininterrotta la striscia di primi posti per Blue Sky di Claudio Terrieri, con Lorenzo Bodini alla tattica.

Le previsioni meteo indicano per domani vento di Maestrale particolarmente intenso. Il Comitato di regata sta monitorando costantemente l’evolversi della situazione con l’intenzione di poter dare il primo segnale di avviso nel pomeriggio, non prima delle 14, quando secondo alcuni modelli meteo il vento potrebbe calare leggermente.

Olbia-Regate odierne annullate alla Rolex Swan Cup - da Web Italia - Olbia 07/04/2023 @ 15:16

Porto Cervo, 15 settembre 2022. Nulla di fatto oggi per la terza giornata della 21^ Rolex Swan Cup in corso di svolgimento a Porto Cervo. La previsione di una giornata dominata da condizioni meteorologiche molto instabili, a causa del passaggio di un fronte perturbato, si è purtroppo concretizzata. Il Comitato di Regata aveva già predisposto i percorsi costieri per tutte le classi in regata quando il calo del vento lo ha costretto a issare il cosiddetto segnale di Intelligenza (AP flag) rinviando l’orario di partenza in attesa che la situazione meteorologica si chiarisse. Dopo aver atteso oltre un'ora, con un vento ancora instabile e molto leggero, e con la previsione di una cellula temporalesca in avvicinamento verso il campo di regata, associata a possibili forti raffiche di vento, il Comitato di Regata ha rinviato la flotta all’ormeggio dando priorità alla sicurezza di equipaggi e barche.

Il Comitato di Regata continua a monitorare le condizioni meteorologiche in vista delle regate di domani, la cui partenza sarà probabilmente anticipata rispetto a quanto definito dal programma.

La decisione finale verrà presa entro le ore 20 locali di stasera, giovedì 15 settembre.


Olbia-La Rolex Swan Cup entra nel vivo - da Web Italia - Olbia 07/04/2023 @ 15:15

Vincitori della seconda giornata sono: Plis-Play, Flow, Josian, OM II, Stella Maris, G Spot, Nadir, Blue Sky.

Porto Cervo, 14 settembre 2022. La seconda giornata della Rolex Swan Cup è iniziata come da programma alle ore 12 sia per la Division 1, impegnata in un percorso costiero, che per la Division 2 che ha svolto due prove bastone. Grande impegno soprattutto per tattici e strateghi, chiamati a interpretare un vento da Sudest con intensità variabile sulle differenti aree del percorso, dagli 8 ai 20 nodi.

La Rolex Swan Cup è una regata con cadenza biennale organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il cantiere Nautor Swan e con il supporto del title sponsor Rolex, giunta alla 21^ edizione si concluderà domenica 18 settembre.

In ragione del vento da sudest, il Comitato di regata ha predisposto per la Division 1 un percorso di circa 29 miglia che ha portato gli Swan Maxi e Mini Maxi a costeggiare il lato orientale delle isole di Caprera e di La Maddalena fino al faro di Barrettinelli di Fuori, per poi far rientro all’arrivo, accorciato all’altezza di Capo Ferro. Percorso simile ma di circa 25 miglia per gli Swan classici S&S e i Grand Prix con arrivo accorciato all’altezza dell’Isola dei Monaci.

Lo Swan 80 Plis-Play ha ripetuto il primo posto di ieri nella classe Maxi, rinsaldando la sua posizione al vertice. Secondo e terzo posto di giornata rispettivamente per lo Swan 100 Onyx, con Gavin Brady alla tattica e lo Swan 90 Freya con Mike Toppa alla tattica. In classifica generale Plis-Play precede Freya e Onyx. David Madrazo, crew boss di Plis-Play: “Siamo particolarmente contenti per aver saputo recuperare una partenza non buona, tutto l’equipaggio e in particolare il tattico Laureano Wizner hanno fatto un ottimo lavoro, tanto da aver ripreso gran parte della flotta nel corso dell’ultimo lato verso il traguardo. La barca naviga perfettamente e siamo contenti anche di questo”.

Tra gli Swan Mini Maxi le prime tre posizioni continuano ad essere appannaggio degli Swan 601, Flow, Arobas e Les Amis oggi hanno concluso nell’ordine e mantengono le stesse posizioni anche in classifica generale.

Nella classe riservata agli Swan classici Sparkman & Stephens, vincitore di giornata è stato lo Swan 36 Josian, il più piccolo della flotta presente a Porto Cervo, seguito da Mascalzone Latino XXXIII e Shirlaf. In classifica generale Mascalzone Latino XXXIII mantiene la leadership con un punto di vantaggio su Josian e due su Shirlaf.

Tra gli Swan Grand Prix oggi ha primeggiato lo Swan 58 britannico OM II, al debutto nella Rolex Swan Cup, davanti allo Swan 56 spagnolo Clem Primero e allo Swan 53 tedesco Crilia, che mantiene il primo posto in classifica generale per un punto su OM II. Terzo lo Swan 48 Anya, oggi quinto.

Le due prove a bastone hanno visto il ClubSwan 50 Stella Maris di August Schram ottenere i migliori parziali di giornata (3-1) davanti a Tango del socio YCCS Christian Kilger (1-6). In classifica generale provvisoria Balthasar di Louis Balcaen mantiene il primo posto con un punto di vantaggio su Tango e tre su Stella Maris. August Schram, armatore di Stella Maris: “È stata una bella giornata di vela, con condizioni difficili, ma il nostro tattico Robert Scheidt è uno disposto a prendere decisioni coraggiose, come il tenersi sul lato sinistro quando il destro sembrava un po' meglio, alla fine però la scelta ha pagato molto bene. Belli i duelli ravvicinati con Cuordileone e Hatari”.

Tra i ClubSwan 36 continua la leadership di G Spot di Giangiacomo Serena di Lapigio, oggi autore di un primo e un secondo posto, che consolida la sua posizione davanti a Farstar di Lorenzo Mondo (2-6) e Mamao di Haakon Lorentzen oggi settimo e primo nella seconda prova.

Tra i ClubSwan42, il vincitore di giornata con un terzo e un primo è Nadir di Pedro Vaquer Comas. Al comando della classifica generale resta però Selene Alifax di Massimo De Campo (4-2) davanti a Nadir e Pez de Abril di Jose Maria Meseguer (1-6). Dominio di Blue Sky di Claudio Terrieri tra gli Swan 45, con due primi posti di giornata si porta al vertice della classifica generale.

La giornata si è conclusa con il rinfresco post regata in piazza Azzurra e con la premiazione giornaliera offerta da Quantum Sails.

Domani il programma prevede la regata lunga costiera per tutte le classi, con il primo segnale di avviso in programma per le ore 12.

Olbia-Prima giornata perfetta per la 21^ Rolex Swan Cup - da Web Italia - Olbia 07/04/2023 @ 15:14

Vincitori nelle rispettive classi sono: Plis-Play, Flow, Mascalzone Latino XXXIII, Crilia, Giuliana, G Spot, Selene Alifax, Ulika.

Porto Cervo, 13 settembre 2022. La Costa Smeralda ha offerto il suo volto migliore per la prima giornata della Rolex Swan Cup, con vento fresco da sudest che dai 12 nodi iniziali è salito fino a 15, permettendo all’intera flotta di avere una giornata di vela eccellente.

La Rolex Swan Cup è una regata con cadenza biennale organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il cantiere Nautor Swan e con il supporto del title sponsor Rolex, giunta alla 21^ edizione e si concluderà domenica 18 settembre.

Gli Swan delle classi Maxi e Mini Maxi hanno affrontato una regata costiera di circa 27 miglia, mentre la lunghezza per le classi Grand Prix e Classic Sparkman & Stephens, su un percorso simile, è stata ridotta a circa 23 miglia. Dopo la boa di disimpegno, la flotta ha fatto rotta verso sud per doppiare le isole di Mortorio e Soffi, quindi è risalita sotto spinnaker fino alla Secca di Tre Monti attraverso il Passo delle Bisce. Da qui di bolina fino a doppiare l’isola dei Monaci e scendere verso l’arrivo davanti a Porto Cervo. Per le classi One Design il Comitato di regata ha predisposto, come da programma, due prove a bastone, dove si sono viste partenze tirate, ingaggi in boa, incroci al limite e finezze tattiche che solo i campioni a bordo di queste barche sanno eseguire. Nell’insieme si è trattato di un primo assaggio della bellezza dei percorsi che l’Arcipelago di La Maddalena sa offrire, il colpo d’occhio dello spettatore in mare o da terra sulle decine di gennaker colorati era impagabile, mentre al ritorno in banchina i volti sorridenti dei velisti raccontavano da sé perché tutti desiderino partecipare alla Rolex Swan Cup.

In classe Maxi, lo Swan 80 spagnolo Plis-Play (del 1999) ha subito dimostrato la propria determinazione a difendere il titolo conquistato nella scorsa edizione, vincendo in tempo compensato davanti al nuovissimo ClubSwan 80 My Song. Terzo posto per lo Swan 90 Freya.

Tra i Mini Maxi prime 3 posizioni per gli Swan 601, con Flow davanti ad Arobas e Les Amis. La Classic S&S vede lo Swan 38 del 1974 Mascalzone Latino XXXIII precedere lo Swan 65 ketch Shirlaf e lo Swan 36 Josian. La classe più numerosa, con 22 yacht è la Grand Prix dove la tedesca Crilia (Swan 53) si è imposta sulla connazionale Katima (Swan 54). Terzo posto per la svizzera Anya, Swan 48 all’esordio nella Rolex Swan Cup.

Nell’agguerrita classe ClubSwan 50, con 15 yacht che regatano in tempo reale, vincitrice di giornata con un primo e un terzo posto è Giuliana con Vasco Vascotto alla tattica. Staccato di un punto è Balthasar (oggi quarto e primo) con il neozelandese Hamish Pepper alla tattica e Cuordileone del presidente di Nautor Leonardo Ferragamo, coadiuvato alla tattica da Manu Weiller.

Tra i ClubSwan 36, G Spot e Farstar, entrambi con un primo e un secondo di giornata, condividono il vertice a pari punti. Terzo posto per Black Seal. Selene Alifax è al comando tra i ClubSwan 42 con due primi posti, davanti a Nadir e Dralion. Nella Swan 45 Class Ulika guida la classifica su Blue Sky ed Ex Officio.

Vasco Vascotto, tattico di Giuliana: “Siamo molto soddisfatti sia della giornata in mare con 15 nodi da sudest che, ovviamente, del risultato odierno. Nella prima prova abbiamo scelto di navigare sulla destra del campo, lasciando il grosso della flotta sul lato sinistro, perché avevamo dei segnali che ci indicavano fosse preferibile e così è stato, ma più importante ancora è stata la seconda prova, dove abbiamo recuperato alcuni posti andando a concludere nelle posizioni davanti.

Christoph Stein, armatore di Crilia: “Abbiamo avuto una giornata fantastica, tipica di questo evento al quale prendiamo parte con la nostra barca di famiglia da ormai 13 edizioni, siamo infatti a bordo con mio padre di 82 anni e con uno dei miei figli a prua e non avevamo mai vinto nella prima giornata di regata. Siamo partiti bene e i due momenti chiave sono stati dapprima la boa di disimpegno e poi la lunga bolina di 5 miglia dall’isola dei Monaci fin davanti a Porto Cervo, che siamo riusciti a fare in un solo bordo, senza dover virare. Nelle condizioni odierne la nostra barca bolinava molto bene”.

La giornata si è conclusa con l’after race refreshment in piazza Azzurra e con la premiazione giornaliera offerta da Garmin. Domani, 14 settembre, le regate riprendono con il primo segnale di avviso di partenza previsto per le ore 12.

StartPrecedente [ 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 ] 10 Pagine successiveSuccessivoFine
 
Info utili Olbia

AZIENDE-PULS.jpg
webcam-olbia.JPG
spiagge-attrezzate-olbia.JPG
hotel-olbia.jpg
pizzerie-olbia.jpg

Contattaci
Scrivi a Web Italia - Olbia  Webmaster
Aggiungi ai preferiti  Preferiti
Segnala questo sito ad un amico  Segnala
Mobile   Mobile
Ricerca




Vacanze in Sardegna?
+ Cultura
+ Località
+ Olbia
+ Varie
+ Webcam
Visite

   visitatori

   visitatori online

News in tempo reale






  Powered by GuppY v4.5.18 © 2004-2010 - Olbia

Pagina caricata in 1.03 secondi